Antonio Vivenzio/Alberto Pederneschi - Prima Luz PDF Stampa E-mail
Scritto da Flavio Caprera   
Venerdì 08 Settembre 2017 00:00


Antonio Vivenzio/Alberto Pederneschi - Prima Luz

Felmay Records - fy 7055 - 2017

Antonio Vivenzio: pianoforte
Alberto Pederneschi: batteria


Sulle note di un blues impressionista si apre Prima Luz. Il brano s'intitola Stazione ed è un pezzo figurativo, immaginifico e paesaggistico nel suo intimo. Andante di pianoforte con tocchi leggeri di batteria a scandire il tempo di una tranquilla giornata di provincia; come un lento passaggio di treni panoramici. Quiete, serenità, pace dell'animo, sono le sensazioni che produce Prima Luz. Il senso di un cielo sereno, la cui luce viene interrotta di tanto in tanto dal passaggio di nuvole irregolari (Ombre sospese). C'è Monet e Manet visti e ascoltati attraverso quell'immobile movimento generato da un apparente staticità delle cose e della natura. Un andamento compassato e di felice circospezione, tra moderni giardini zen, creati dalla fiabesca sensibilità e fantasia di Vivenzio e Pederneschi, e forgiati da tocchi di tastiera e sfioramenti di tamburi (In viaggio parte II). Consigliato!

Segui Flavio Caprera su Twitter: @flaviocaprera
 
Banner
Banner
Banner
Banner