COJ & Second Time - Sound of Africa PDF Stampa E-mail
Scritto da Flavio Caprera   
Lunedì 08 Gennaio 2018 00:00


COJ & Second Time - Sound of Africa

Caligola Records - Caligola 2228 - 2017

Claudio Cojaniz: pianoforte
Alessandro Turchet: contrabbasso
Luca Colussi: batteria
Luca Grizzo: percussioni, voce


Avevamo apprezzato, molto, Blue Africa, il precedente approccio di Claudio Cojaniz con la musica africana e le diverse coniugazioni con il jazz. Questo nuovo lavoro, degno erede del precedente, apporta più colori e ritmi alla sua idea di africa e jazz. L'ottima sezione ritmica formata da Luca Colussi e Alessandro Turchet gli fornisce il giusto apporto in termini di creatività, ritmo, e improvvisazione. Le percussioni sono in mano al virtuoso Luca Grizzo, che in alcuni casi mette a disposizione anche la voce. I pezzi, otto, sono tutti originali tranne il brano iniziale Four Little Boys in Capetown, in cui Cojaniz con un breve assolo di pianoforte riprende l'inno nazionale sudafricano. Altra traccia dal forte sapore politico è Marikana, scritta in ricordo della strage perpetuata nei confronti dei lavoratori cinque anni fa. Sound Of Africa è un disco che sprizza gioia e nello stesso tempo contiene in maniera carsica, sotterranea, un fluido blues che lambisce ogni brano e lo rende romanticamente nostalgico (Ugarit). Da un lato si va ai primordi del jazz e del blues, li si interpreta con referenza; dall'altro la lettura che si dà non manca di originalità, nel rispetto del forte carattere melodico e corale insito nella musica africana. Entrambe le caratteristiche rendono Sound Of Africa un disco equilibrato e di indubbia qualità.

Segui Flavio Caprera su Twitter: @flaviocaprera
 
Banner
Banner
Banner
Banner