Marco Acquarelli - Too High PDF Stampa E-mail
Domenica 31 Gennaio 2010 00:00


Marco Acquarelli - Too High

LHOBO - - 2009

Marco Acquarelli: chitarra
JD Allen: sassofono
Domenico Sanna: pianoforte
Marco Loddo: contrabbasso
Marco Valeri: batteria


Too High. Azzurra è la copertina di questo intrigante Too High, Troppo Alto o, forse, ancora più in alto, quasi un'indicazione direzionale che poi è forse la vera destinazione finale del jazz e delle sue prassi.
Disco vigoroso di cinque giovani musicisti di talento, ben piantato nelle radici della tradizione post-bop, ma con un sguardo attento alle tendenze più recenti della scena internazionale. Otto le composizioni, la metà originali; poi Pettiford, Monk, Horace Silver e la sempre verde The very thought of you, restituita nella sua essenzialità melodica.
Il drumming eccitato e moderno di Marco Valeri mette gas ad una band che nelle note di Peter Bernstein suona "really well togheter", destrutturando ad esempio Nutville per farne un laboratorio ritmico dove il double time si sostuisce agilmente a un feeling very soulful. Marco Acquarelli, chitarrista e band-leader, suona centellinando le frasi e facendo del legato una liquida cifra stilistico-interpretativa. Domenico Sanna ha swing, un linguaggio pianistico maturo ed erede di Hancock e tira frasi poderose sull'esperto walking di Marco Loddo.
Con loro segnaliamo la presenza di un altro astro americano JD Allen, ancora poco noto a dispetto dell'eloquenza del suo sassofono, che specie nell'apertura di Aspettando Susan, esplora la metrica dispari, cavandone un sentiero sonoro misterioso e torbido.
 
Banner
Banner
Banner
Banner