Lydian Sound Orchestra - We Resist! PDF Stampa E-mail
Scritto da Sergio Spada   
Mercoledì 06 Giugno 2018 00:00


Lydian Sound Orchestra - We Resist!

Parco Della Musica Records - 2017



Dopo avere proposto questo repertorio in concerto in giro per l'Italia circa un anno fa, con tappa fra le altre all'Auditorium di Roma, la Lydian Sound Orchestra del maestro Riccardo Brazzale ha registrato proprio con l'etichetta del Parco Della Musica questo We Resist!, evidentemente ispirato al lavoro di Max Roach degli anni '60 (We Insist! Freedom Now Suite, con la determinante presenza di Abbey Lincoln alla voce). Il lavoro dell'Orchestra, che ha meritatamente vinto nel 2017 il referendum della critica come migliore formazione di jazz italiana, ha sempre viaggiato, del resto, su coordinate espressive e di impegno socio-politico parallelo a quello che a suo tempo motivava e spingeva il lavoro di quei musicisti. L'iniziale e conclusiva Lonesome Lover insieme a Lonely Woman (di Ornette Coleman) sono tutte segnate dalla dolente, potente, ispirata voce di Vivian Grillo ed insieme con l'incedere della musica dell'insieme orchestrale, sottolineano più di ogni altra cosa un senso di compenetrazione con il modello originale; mentre il resto del lavoro, ricchissimo di spunti e divagazioni, mostra le capacità proprie, la modernità, la peculiarità di una formazione oggi essenziale nel panorama di un certo jazz fortemente legato con la sua musica al significato dell'identità, della globalizzazione e sostanzialmente dell'accettazione della diversità. In questo senso la Lydian rappresenta un eccellente punto di incontro fra istanze musicali e tematiche extra artistiche, più legate all'impegno civile, e questo soprattutto grazie alle grandi doti di arrangiatore e conduttore del suo direttore, mente lucida e cuore pulsante. Grande senso del ritmo, grande partecipazione individuale e di gruppo ed impeto espressivo scaturiscono evidenti dai suoni del lavoro. Oltre ai brani citati, difficile dimenticare la riproposta della mitica Driva Man o la Rhythm In Time dedicata a Bobby Sands. Insieme ai progetti, assai significativi, dedicati a Thelonious Monk e Dizzy Gillespie, We Resist! riluce come uno dei più importanti ed emozionanti lavori di questa magnifica formazione.

Segui Jazz Convention su Twitter: @jazzconvention
 
Banner
Banner
Banner
Banner