Giovanni Ceccarelli & Daniele Di Bonaventura - Eu Te Amo PDF Stampa E-mail
Scritto da Fabio Ciminiera   
Lunedì 17 Giugno 2019 00:00


Giovanni Ceccarelli & Daniele Di Bonaventura - Eu Te Amo

Bonsai Music - BON180801 - 2018

Giovanni Ceccarelli: pianoforte
Daniele Di Bonaventura: bandoneon
ospiti:
Ivan Lins: voce in Eu Te Amo, Brigas nunca mais
Camille Bertault: voce in As praias desertas
Jaques Morelenbaum: violoncello in Ana Luiza, Modinha/Olha Maria, Luiza, Angela

La musica di Antonio Carlos Jobim rappresenta un patrimonio per l'intera comunità musicale, un riferimento estremamente conosciuto e condiviso tanto dagli interpreti quanto dagli ascoltatori, un tesoro capace di lasciarsi plasmare a interpretazioni sempre nuove e di mantenere tutta la propria forza identitaria. Lo stesso fenomeno che accade per le pagine di Gershwin, le canzoni dei Beatles, il tango di Piazzolla e pochi altri repertori.
Il percorso intrapreso da Giovanni Ceccarelli e Daniele Di Bonaventura nel territorio della musica di Jobim sembra muoversi con queste premesse ben presenti. Una scelta di brani relativamente meno consueta, una combinazione timbrica che ne mette in risalto la vena più intima, appassionata e malinconica, l'invito rivolto a due musicisti che hanno frequentato molto da vicino il Maestro come Ivan Lins e Jaques Morelenbaum. E, in questo modo, il disco si svolge seguendo un filo coerente e compatto dato, al contempo, dal repertorio e dal suono, dal rispetto con cui vengono affrontati i temi e dalla personalità matura e solida dei due protagonisti: il dialogo tra pianoforte e bandoneon è giocato su un equilibrio delicato, con l'intenzione di non sovraccaricare le melodie, di lasciarle respirare, di esplicitare in modo naturale quanto già presente nella musica di Jobim. La "firma" di Ceccarelli e Di Bonaventura emerge in filigrana, affiora poco alla volta, si presenta con discrezione ma, traccia dopo traccia, compenetra il repertorio con i colori e i suoni dei due strumenti, aderisce in modo delicato e si intreccia indissolubile a un mondo musicale vasto e articolato come di Jobim.


Segui Fabio Ciminiera su Twitter: @fabiociminiera
 
Banner
Banner
Banner
Banner