Anders Vestergaard & Finn Loxbo - Saint Erme PDF Stampa E-mail
Scritto da Aldo Del Noce   
Venerdì 30 Agosto 2019 00:00


Anders Vestergaard & Finn Loxbo - Saint Erme

Gikt Records - Gikt 3 - 2019

Anders Vestergaard: percussioni
Finn Loxbo: chitarra acustica

Richiama l'attenzione fin dall'inizio, per quanto scarno ed apparentemente parco in offerta musicale -almeno sul piano di una performance comunemente intesa - il nuovo ed interessante lavoro della coppia costituita dal chitarrista svedese Finn Loxbo e dal percussionista danese Anders Vestergaard, già da un quinquennio sperimentanti secondo formule proprie.
Analogamente al similare ed egualmente interessante primo album del duo I'm fine with the swirling colors (sempre per Gikt Records), si rileva un affinamento del progetto originario della succinta band, esordita con un più ampio set di chitarre e percussioni per poi definirsi sull'attuale quanto essenziale instrumentarium, corredato da un sistema analogico di feedback.
Si può ritenere di intuire le meccaniche e l'andamento complessivo dell'incisione già dalle prime battute, ed in effetti Saint Erme persiste quasi con ostinazione nelle caratteristiche delineate dallo scarno e straniante incipit: i segni traccianti delle corde acustiche e le tessiture della percussione, di timbrica prevalentemente lignea, intessono un soundscape spettrale e di corpo fragile, con un certo ruolo di punta (relativamente) attribuibile alla chitarra acustica, su cui la percussione opera un intervento di cornice, o supporto, talvolta di esplosiva amplificazione del suono delle corde, rilevando un importante ruolo ambientale e interattivo rivestito dall'entità-silenzio, componente dell'ascolto in cui si eclissano e da cui riemergono sonorità e riverberazioni, insomma le opache risonanze del parco ma efficacemente gestito apparato strumentale.
L'impiego rapsodico della chitarra, prevalentemente nelle sue estensioni medio-alte, appare collocabile, per naturale filiazione, sulla scia dell'operato di un Derek Bailey, ma rispetto al putativo (e legittimo) ascendente, alfiere di una morfologia scheggiata ed urticante dell'oggetto-chitarra, il duo Vestergaard & Loxbo opera soluzioni proprie e relativamente distinte, mantenendosi coerente e a proprio modo organico nei suoi tratti surreali d'inquieta naturalezza e nella scabra dimensione metafisica.
Di notevole potenza evocativa, coinvolgente verso un'esplorazione interiore nient'affatto edulcorata, ammettiamo di riconoscere la destinazione d'ascolto ad orecchie curiose e pronte ad un certo grado di sfida, stante il consistente grado d'ineffabilità della proposta: in virtù della personale e convincente formula, l'insolita dualità espressa in Saint Erme si palesa catturante e meritevole di conoscenza.

Link di riferimento:
Pagina Bandcamp: giktrecords.bandcamp.com/album/saint-erme

Segui Jazz Convention su Twitter: @jazzconvention
 
Banner
Banner
Banner
Banner