Ingar Zach - Floating layer cake PDF Stampa E-mail
Scritto da Aldo Del Noce   
Martedì 05 Novembre 2019 00:00


Ingar Zach - Floating layer cake

Sofa Music - CD /DL SOFA 571 - 2019

Ingar Zach: grancassa, rullanti, percussioni, elettroniche
Caroline Bergvall: voce, liriche
Kim Myhr: chitarra a 12 corde, zither
Quatuor Bozzini :
Stéphanie Bozzini, Clemens Merkel, Alissa Cheung, Isabelle Bozzini: archi


Piuttosto recente l'apprezzamento per un'originale formazione, capitanata dal creativo norvegese Kim Myhr ed integrante la fascinosa vocalità di Caroline Bergvall, il quartetto d'archi canadese Bozzini e completato dal polivalente percussionista Ingvar Zach. Quest'ultimo prende le redini della medesima line-up, traghettandola da Hubro verso la personale etichetta Sofa, ma rispetto al precedente titolo Pressing Clouds Passing Crowds, la musicalità fissata nella prima metà dell'album Floating layer cake non ne rappresenta un sequel, quanto un'autonoma e libera neo-creazione.
Le energie spese in The Lost Ones conducono piuttosto verso un opus di tratto cupamente drammatico, con una differente dispensazione degli interventi strumentali e vocali, convergenti verso un coalescente soundscape algido e teso, molto affine e a certi domain dell'elettronica.
Affrontata in solitaria la seconda parte, Let the Snare speak, che appunto lascia la parola a tre esemplari di rullante con diffusori vibranti ed elettroniche pre-registrate, giusto per non cedere sul piano dell'originalità e conferendo ulteriore materia alle peculiari vedute di Zach in termini non solo di vibrazione quanto e non meno in termini di dinamica architettura sonora; è certo che il tamburo dalla secca acustica, vitale nell'innervatura del drum kit abitualmente inteso, ne viene estrapolato per carattere e riconoscibile funzionalità per esser anche nel presente caso convogliato entro un complesso sound d'organica e potente pulsazione.
Insomma, nessuna gratuità nei tratti caratteristici di questa nuova uscita a firma di Ingar Zach, che pone a fondamento dei nuovi segmenti della propria progettualità la riflessione, focalizzata sulle peculiari concezioni su groove, ornamentazione e dinamica - e vita musicale, in primis.

Link di riferimento:
Sito web: ingarzach.com

Segui Jazz Convention su Twitter: @jazzconvention
 
Banner
Banner
Banner
Banner