Giacomo Zanus - Searching for the North PDF Stampa E-mail
Scritto da Fabio Ciminiera   
Martedì 10 Marzo 2020 00:00


Giacomo Zanus - Searching for the North

Autoproduzione - 2018

Giacomo Zanus: chitarra elettrica, chitarra classica
Mattia Magatelli: contrabbasso
Max Trabucco: batteria
ospite:
David Boato: tromba, flicorno

La musica del Nord Europa come riferimento: gli spazi, gli accenti, le cadenze e i suoni di una scena artistica che ha ridefinito nel corso degli anni il senso dell'improvvisazione e gli incastri timbrici, la grammatica del jazz e i suoi possibili obiettivi. Giacomo Zanus costruisce Searching for the North come una sorta di diario musicale di bordo: i titoli scelti per i brani del lavoro riflettono un rapporto con la natura e, in particolare, con le "geometrie" dei paesaggi montani e, quasi come conseguenza diretta, i silenzi, le attese e le atmosfere degli spazi aperti e incontaminati diventano le coordinate emotive di riferimento per le composizioni del chitarrista.
Un'esplorazione compiuta da una formazione - tanto in trio quanto in quartetto, nei brani in cui è presente anche David Boato - concepita secondo una disposizione orizzontale e paritaria, una disposizione che favorisce l'ascolto reciproco, permette a tutti i musicisti di apportare il proprio contributo al risultato complessivo senza sovrastarsi l'uno con l'altro. Tanto che, anche nell'improvvisazione collettiva portata in A glimpse from the top, il passo della formazione privilegia sempre la dimensione del racconto e della conduzione lineare.
Un dialogo pacato e lirico, giocato sulla sottrazione e sui sottintesi, condotto attraverso soluzioni evocative e delicate. Una ricerca dinamica dell'equilibrio realizzata senza tratteggiare tutto in maniera didascalica. Un percorso tracciato secondo una visione di volta in volta libera o vincolata alla composizione, scaturita dal dialogo tra i musicisti e sviluppata con una attenzione costante al filo melodico. Undici tracce che costituiscono perciò un flusso unitario di suggestioni - una sorta di concept album emotivo, per così dire - intessuto da Giacomo Zanus e dai suoi musicisti con leggerezza e discrezione.

Segui Fabio Ciminiera su Twitter: @fabiociminiera
 
Banner
Banner
Banner