Maurizio Brunod - Ensemble PDF Stampa E-mail
Scritto da Flavio Caprera   
Martedì 21 Luglio 2020 00:00


Maurizio Brunod - Ensemble

Caligola Records - 2020


Maurizio Brunod: chitarra elettrica, chitarra acustica, chitarra classica, live sampling
Emanuele Sartoris: pianoforte
Marco Bellafiore: contrabbasso
Daniele Di Bonaventura: bandoneon
Gianluigi Trovesi: sax alto, clarinetto

Trent'anni e non sentirli! Sicuramente è una frase fatta ma non nel caso di Maurizio Brunod, uno dei nostri più importanti chitarristi a livello mondiale. Melodico, intenso ed evocativo (Bad Epoque), il jazz di Brunod non ha mai ceduto a stilemi popolari per essere sempre rappresentazione di se stesso anche in chiave di cantabilità (Sequences). Poeta introverso, il chitarrista piemontese crea da sé il jazz che ama suonare. In questo disco si assiste ad una carrellata decennale di composizioni, coerenti con il suo pensiero e la sua voglia di ricerca che danno alla musica da lui suonata sempre un quid in più rispetto a quella che "gira intorno". Ensemble è tutto questo, una sintesi matura di una carriera che continua supportata in questo caso da due giovani di belle e profonde speranze come Sartoris e Bellafiore e abbellita dagli interventi di Di Bonaventura e Trovesi. E così ci si trova ad ascoltare dieci brani originali dove brilla il labirintico e misterioso Teseo, questa volta eseguito con il supporto di contrabasso e pianoforte. Di Bonaventura fa capolino per la prima volta nel disco suggellando di mistica poetica l'elettro/acustico Stinko Tango e la panoramica ballad Didime. Trovesi invece interviene nel futuribile e metropolitano Urban Squad. Brano splendido costruito su contrasti dinamici e contrapposizioni strumentali. Ensemble è un disco che rivela i suoi gioielli ascolto dopo ascolto, come un poema che richiede più letture prima di essere inglobato e lasciato risuonare a colpi di endecasillabi nella propria mente. Svelare il resto spetta all'ascoltatore. Quanto a noi non possiamo far altro che consigliarlo!

Segui Flavio Caprera su Twitter: @flaviocaprera
 
Banner
Banner
Banner