Antonio Onorato & Franco Cerri - Antonio Onorato & Franco Cerri Stampa
Scritto da Fabio Ciminiera   
Venerdì 04 Novembre 2016 00:00


Antonio Onorato & Franco Cerri - Antonio Onorato & Franco Cerri

Abeat Records - ABJZ 156 - 2016

Franco Cerri: chitarra
Antonio Onorato: chitarra
Luca Colussi: contrabbasso
Simone Serafini: batteria


Confidenza, interplay, complicità. Una scelta di brani celeberrimi. Il piacere di suonare con swing e con naturalezza. Franco Cerri e Antonio Onorato si ritrovano per una nuova registrazione condivisa che segue di oltre dieci anni la realizzazione di Four Brothers, dove erano presenti anche Pietro Condorelli e Aldo Farias.
La lista dei brani lascia trasparire lo spirito che accompagna i due chitarristi nel corso del disco. Out of Nowhere, Corcovado, Bye Bye Blues, Munasterio 'e Santa Chiara, Bluesette, Neapolitan Minor Blues, Body and Soul e Take the a Train sono brani che raccontano la storia musicale di Cerri e Onorato, portano l'attenzione sui musicisti con cui hanno collaborato o che sono stati un riferimento solido a seconda dei casi, rimettono al centro l'amore per le diverse tradizioni musicali attraversate. Sia nell'unico originale firmato da Onorato - Neapolitan Minor Blues - sia negli altri sette brani, la linea melodica si pone al centro di un lavoro raffinato, suonato con gentilezza. Le due chitarre dialogano con rispetto reciproco: nota dopo nota, si entra nel salotto discreto ed elegante "costruito" dalle frasi dei due musicisti, animato dal calore delle esperienze e dalla nonchalance dell'approccio. Si riconosce il passo tranquillo di Cerri e l'"accento" napoletano di Onorato, i riflessi mediterranei e la grande dimestichezza con la storia del jazz si intrecciano in una tessitura vivida e sempre fresca.
Otto brani per un totale di poco inferiore ai quarantaquattro minuti: sono sufficienti a raccontare in modo limpido, senza fronzoli inutili, un incontro divertito e vissuto, ancor prima che intepretato, con grande partecipazione dai due chitarristi.
Luca Colussi e Simone Serafini accompagnano in maniera sobria e sempre puntuale i due leader. Sostengono le linee morbide dei solisti con la medesima delicata attitudine, entrano perfettamente in sintonia con le atmosfere tratteggiate. Colussi e Serafini sono affiatati tra loro e mettono a disposizione di Cerri e Onorato un terreno confortevole per i temi e le improvisazioni. E quando poi prendono la ribalta dell'assolo, si muovono con naturale souplesse.
La scelta di non mettere un titolo al disco per lasciare spazio semplicemente ai nomi e ai volti dei due leader è un ulteriore modo per accogliere direttamente, con un sorriso aperto e franco, l'ascoltatore all'interno della musica suonata.

Segui Fabio Ciminiera su Twitter: @fabiociminiera