Hitra - Trasparence Stampa
Scritto da Flavio Caprera   
Martedì 04 Maggio 2021 00:00


Hitra - Trasparence

AMP Music & Records - 2021


Hilmar Jensson: chitarra
Alessandro Sgobbio: pianoforte
Jo Berger Myhre: basso
Øyvind Skarbø: batteria


Hitra, ovvero isolano paesaggio norvegese stagliato tra le brume invernali e gli splendidi ed estivi riverberi solari, è il nome che si è dato questo quartetto nato in Norvegia, alla Norwegian Academy of Music di Oslo, e al cui interno milita il nostro Alessandro Sgobbio. Gli scandinavi, e soprattutto i norvegesi, hanno un forte legame con la natura, sono simbiotici per dirla tutta, e questo loro legame si riflette fortemente anche nella musica. Naturalmente l'immaginifico si mescola con il reale, le nebbie velano gli aspetti improvvisati e sotterranei di un progetto sonoro che mette in scena un mondo per lo più sognato e favoloso come in Lebtit. La chitarra dell'islandese Hilmar Jensson disegna nel cielo preziose armonie, apre squarci di luce, dialoga con le precise ed ineluttabili linee che il sapiente Sgobbio crea con con i tasti del piano; mentre l'eclettico e creativo Oyvind Skarbo usa le percussioni per produrre suoni non convenzionali e improvvisati come in To see was in to be. Il basso di Jo Berger Myhre recita il ruolo di cuore pulsante del gruppo, quello che ad ogni colpo di corda pone un timbro al suono e mantiene in linea, da vichingo, la bussola del cielo, anche quando introduce il tema della splendida In the perfect light of Sandstad. Transparence è un disco poetico, melodico, strano e nello stesso tempo affascinante per il suo modernismo da legenda nordica. Consigliato!

Segui Flavio Caprera su Twitter: @flaviocaprera