Vittorio Cuculo 4et @ Fai Bei Suoni PDF Stampa E-mail
Scritto da Jazz Convention News   
Mercoledì 13 Luglio 2022 00:00


Vittorio Cuculo 4et @ Fai Bei Suoni

Vittorio Cuculo 4et @ Fai Bei Suoni

Una rodata formazione guidata dal giovane e talentuoso saxofonista romano Vittorio Cuculo sarà la protagonista del prossimo appuntamento al Museo del Saxofono, in programma sabato 16 luglio, nell'ambito della rassegna estiva Fai Bei Suoni.

A soli 28 anni Vittorio Cuculo ha già al suo attivo importanti esperienze nazionali ed internazionali e due interessanti produzioni discografiche, "Between" pubblicato con Alfamusic e "Ensemble" pubblicato per la Wow Records. Sarà ora il leader di un affiatato "quartet" che annovera nomi prestigiosi del mondo jazzistico: alla batteria "The Legend" Gegè Munari, drummer che ha calcato prestigiosi palcoscenici al fianco di autentiche icone della storia del jazz come Gato Barbieri, Chet Baker, Dexter Gordon, Astor Piazzolla, Johnny Griffin, solo per citarne alcuni; al pianoforte Danilo Blaiotta, eccellente talento della nuova generazione; al contrabbasso Enrico Mianulli, musicista di notevole esperienza e solidità ritmica. Quattro musicisti uniti non solo da un geniale e fine interplay ma, soprattutto, da una grande sintonia umana e artistica. Un concerto ricco di emozioni virtuosistiche, con atmosfere vivaci e coinvolgenti, che si prospetta come un vero e proprio gioiello musicale incastonato nella suggestiva location del Museo del Saxofono.

La performance, in programma alle ore 21:30, sarà anticipato, come da tradizione del Museo, da un'apericena opzionale, aperta dalle ore 20:30.

I biglietti per lo spettacolo sono in vendita direttamente al Museo o in prevendita sul circuito Liveticket.

In possesso di una strepitosa padronanza strumentale, agilità di fraseggio, cantabilità ed estro, nonché profondo conoscitore del linguaggio bebop, Vittorio Cuculo è più che una promessa del saxofono jazz italiano.

Il suo percorso di studi è ricco di borse di studio (compresa quella prestigiosissima della "Berklee College of Music" di Boston) e numerosi titoli come, ad esempio, il diploma di laurea conseguito alla "Siena Jazz University" e quella al "Biennio Jazz" presso il Conservatorio "Santa Cecilia" di Roma con il massimo dei voti, ma fa anche incetta di premi e riconoscimenti come, fra i tanti, il premio per solisti del "Concorso Randazzo", il terzo e secondo posto al "Premio Internazionale Massimo Urbani" per "Solisti Jazz", Il Primo Premio al Roma Jazz Contest I Edizione, il premio come "Miglior Solista Strumentale" al concorso internazionale "Johnny R?ducanu", lo "European Jazz Award 2020" assegnatogli dal "Tuscia in Jazz Festival", fino al recentissimo primo premio (ex aequo) ottenuto al "Concorso Nazionale Chicco Bettinardi – Nuovi Talenti del Jazz Italiano" nella "Sezione Solisti".

Nonostante la sua giovane età, il saxofonista romano ha già condiviso il palco con importanti musicisti jazz italiani e internazionali, sia in contesti orchestrali che in formazioni ridotte, tra questi: Bob Franceschini, Mark Sherman, Jesse Davis, Javier Girotto, Gegè Munari, Stefano Di Battista, Enrico Pieranunzi, Roberto Gatto, Enrico Intra, Marcello Rosa, Paolo Damiani, Massimo Nunzi, Maurizio Giammarco, Mario Corvini, Claudio Corvini, Maurizio Urbani, Emanuele Urso, Adriano Urso, Roberto Spadoni, Danilo Blaiotta, Enrico Mianulli, Greta Panettieri.

Oltre a esibirsi in tutta Italia, in jazz club e festival, il suo talento è stato notato ed apprezzato anche fuori dai confini nazionali, avendo suonato in Polonia, Belgio, Olanda Francia, Russia, Germania, Romania.

Segui Jazz Convention su Twitter: @jazzconvention
 
Banner